.
Annunci online

valentinaconticello
La lingua può impiccare un uomo più velocemente che una corda. (Charlie Chaplin)
POLITICA
13 aprile 2010
Il giornalismo che non funziona.

E' da così tanto tempo che non scrivo sul mio blog, che avevo dimenticato pure perchè l'avevo aperto, fondamentalmente l'ho aperto per dare sfogo alle mie preoccupazioni sul futuro, che ci sono sempre e ce ne saranno sempre. Siamo al termine del mio quinto anno di liceo e già ho tanta voglia di andare all'università, anche se devo dire mi mancherà un po' il liceo, forse mi mancherà tanto, poi questo quinto anno, chi se lo dimentica?

Comunque qui la situazione non è cambiata, le ingiustizie si ripetono in continuazione, dopo l'ennesima legge ad personam di Berlusconi, abbiamo lo scandalo d Trani che ha innescato Raiperunanotte, una serata all'insegna del puro giornalismo. Il puro giornalismo che sta mancando, un po' perchè il giornalismo italiano sta diventando sempre più di partito e meno volto a informare il cittadino.

A scuola ieri mattina è arrivato un test per vedere cosa ne pensavo del giornalismo in italia, del denaro e dell'economia. Sulle domande riguardo il sistema d'informazione ho dato risposte negative perchè sono davvero pochi i giornali o i siti davvero attendibili, anche perchè questo giornalismo di partito dà messaggi distorti e sono quasi sempre volti a rovinare l'immagine del premier, ora per carità non prendetemi per berlusconiana, perchè sono totalmente tutto il contrario, ma penso che l'obiettivo della stampa sia far ragionare noi cittadini e i politici che siano d'opposizione o meno, per far sì che determinati problemi si risolvino, basta battere e controbattere sugli scandali del premier, ho capito che non serve assolutamente niente, anche perchè il gossip ha stancato tutti!

Certamente la libertà di stampa deve vivere non sopravvivere, ma se fare giornalismo significa contestare la qualsiasi sul premier, allora non voglio più assolutamente fare questo mestiere che mi attrae tantissimo, penso che il giornalismo debba essere apartitico, volto ad aiutare i cittadini a farsi una propria opinione, senza indirizzare ad una fazione politica, dare messaggi chiari sui problemi del Paese, se possibile trovare i pro e i contro su determinate cose, informare i cittadini attentamente sulle questioni del governo, senza girare la frittata verso la "squadra" preferita, riferire ai lettori, elettori e cittadini a cosa si va incontro se c'è una legge che crea discussione in Parlamento.

Il giornalismo dovrebbe alimentare la democrazia, fermentare la democrazia, non deve abbassare la guardia e soprattutto non ci devono essere favoritismi e coperture, basta con il giornalismo per arricchire il proprio conto, ci vuole un giornalismo che arricchisce tutti, ma arricchire nel senso di andare in profondità delle cose, che siano di politica, di cultura, di economia ed ecc...

Comunque in tutta questa confusione mediatica e non, c'è sempre chi fa del buon giornalismo e ci tiene a farlo bene. Spero, (anche se sperare come ha detto Monicelli a RAIPERUNANOTTE che è una brutta parola perchè è una trappola), che gli italiani si sveglieranno da questo stato comatoso che porta sempre più alla frammentazione di questa democrazia non generando più opinione pubblica, non voglio più vedere e né sentir parlare di anime addomesticate.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giornalismo italiano.

permalink | inviato da valentinaconticello il 13/4/2010 alle 16:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 21044 volte




IL CANNOCCHIALE